Biocidi: mercato in crescita per il COVID-19
Biocidi: mercato in crescita per il COVID-19

Biocidi: mercato in crescita per il COVID-19

Nel 2020 la domanda di prodotti per disinfettare e sanificare mani, superfici e ambienti (o biocidi) aumenterà del 600%. Si tratta di una crescita notevole e non prevedibile causata della pandemia da COVID-19. Lo riferisce un report di IHSMarkit, una società di informazione inglese, pubblicato a settembre di questo anno.  In particolare, la pandemia avrà un forte impatto  (superiore al 20%) sul mercato dei disinfettanti a base di alcoli e composti ammonici quaternari. Sempre lo stesso report stima un aumento del CAGR per questo prodotti del 17%  nel periodo dal 2019 al 2025.

Cosa sono i biocidi?

I biocidi sono prodotti di origine chimica come alcoli, alogeni attivi, composti ammonici quaternari, fenoli, composti chimici inorganici, organosolfuri, metallorganici. Sono impiegati per distruggere o allontanare animali e microorganismi (virus compresi) fastidiosi o potenzialmente nocivi. Oltre che per disinfettare di mani e superfici, possono essere utilizzati per controllare gli organismi nocivi e preservare molti prodotti industriali (pellicole, legno, materiali da costruzione, acque, etc.).

Con la pandemia COVID-19 lavarsi e disinfettarsi frequentemente le mani e pulire e sanificare le superfici esposte alla contaminazione virale è raccomandato da tutte le Autorità sanitarie per difendere la propria salute.

Disinfettare le mani

I principali prodotti usati per disinfettare le mani sono prodotti alcolici a base di etanolo e isopropanolo da soli o in combinazione. L’N-propanolo è l’alcool con azione disinfettante più veloce, ma è usato meno spesso di etanolo e isopropanolo.  Nel 2020 i produttori di queste sostanze hanno aumentato notevolmente la loro capacità di produzione e donato grandi quantità di etanolo e , in alcuni casi, hanno prodotto essi stessi prodotti sanitizzanti a base di alcool. Secondo il report IHS Markit la difficoltà di approvvigionamento verificatisi all’improvviso aumento della domanda è stato legato non tanto all’esaurimento del prodotto, ma a difficoltà logistiche e alla scarsità di container.

Sanitizzare superfici e ambienti

La capacità del virus SARS-CoV-2 di rimanere attivo sulle superfici su cui si deposita ha portato alla necessità di sanitizzare gli ambienti, le superfici e gli oggetti. I biocidi più comunemente usati per questo scopo sono perossidi, composti alogenati e composti ammonici quaternari.

La scelta del composto da usare dipende dalle caratteristiche e dalla sensibilità  della superficie da trattare. Il perossido di idrogeno, spesso in combinazione con sali di argento, e il perossimonosolfato  sono usati per sanitizzare ospedali ed edifici non abitatati, mentre l’ipoclorito di sodio (o candeggina) viene utilizzato in spazi pubblici e privati.

Cosa serve per immettere sul mercato un biocida?

L’entrata sul mercato di un  biocida avviene in seguito a procedure di omologazione, registrazione o riconoscimento che impone obblighi diversi per importatori, fabbricanti, commercianti e utilizzatori. In Svizzera la commercializzazione di questi prodotti avviene secondo quanto stabilito dall’ordinanza sui biocidi entrata in vigore nel 2005. L’ordinanza è armonizzata con la legislazione europea e mira a ridurre al minimo i rischi per l’uomo e l’ambiente ed eliminare gli ostacoli al commercio con l’Unione Europea.

Spesso il composto chimico che costituisce un biocida si trova anche in altri prodotti con classificazioni merceologiche (es cosmetici, medicamenti veterinari, prodotti terapeutici, prodotti chimici o fitosanitari). Per questo prima di iniziare la commercializzazione di un nuovo prodotto chimico è bene accertarsi a quale categoria merceologica può essere ricondotto e a quale legislazione si deve fare riferimento.

Il mio prodotto è un biocida?

Come posso mettere sul mercato svizzero un biocida?

Giovedì 29 ottobre dalle 10.00 alle 12.00 partecipa al webinar gratuito “I prodotti biocidi: fabbricazione e importazione in Svizzera  organizzato da emergee in collaborazione con Repubblica e Cantone Ticino – Dipartimento del territorio – l’Ufficio della gestione dei rischi ambientali e del suolo (UGRAS).

Cesare Maninno, consulente emergee, e Sheila Scopel dell’Ufficio Cantonale, approfondiranno i seguenti argomenti:
• Identificazione dei prodotti biocidi e delle principali differenze rispetto ai prodotti chimici e cosmetici
• Principali basi legali
• Il processo di omologazione
• Etichettature e pubblicizzazione
• Obblighi per il commercio di prodotti chimici.

Per partecipare al webinar gratuito iscriviti qui: in seguito riceverai il link per la diretta Zoom, con tutte le istruzioni.

 

Foto di Sorapong Chaipanya da Pexels